Dichiarazione non finanziaria 2021

La Dichiarazione Non Finanziaria è il documento dove sono rendicontate le attività realizzate dal gruppo Sella nell'ambito della Sostenibilità. Viene redatta secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo 254/2016, che recepisce la Direttiva 2014/95/EU, nonché in conformità ai "Global Reporting Initiative Sustainability Reporting Standards" definiti dal Global Reporting Initiative (GRI).
La dichiarazione non finanziaria è oggetto di assurance da parte della società tempo per tempo incaricata dell'attività di revisione legale del bilancio.
I contenuti oggetto di rendicontazione, che fanno riferimento all'esercizio 2021 (1° gennaio - 31 dicembre), sono stati individuati attraverso un'analisi di materialità, che è stata elaborata attraverso un'attività di stakeholder engagement sul sito del Gruppo mediante una survey dedicata alla sostenibilità realizzata negli ultimi mesi del 2020. A tale survey hanno aderito circa 3000 rispondenti distribuiti tra le diverse categorie di stakeholder significativi per il Gruppo.
Il perimetro dei dati economici riportati nel presente documento coincide con il perimetro dei dati della Relazione e Bilancio annuale Consolidato di Sella al 31 dicembre 2021.

 

 

Alcuni passaggi della lettera agli stakeholder, a firma del presidente del gruppo, che apre la Dichiarazione Non Finanziaria consolidata del gruppo Sella

Maurizio Sella:
guardiamo al futuro con fiducia

Mentre scrivo questa lettera introduttiva della DCNF del gruppo Sella, lo scenario globale in cui viviamo e operiamo si è profondamente modificato rispetto al periodo al quale essa si riferisce. Il 2021, infatti, è stato il secondo anno della pandemia Covid-19, ma al tempo stesso ha visto crescere il livello delle tensioni geopolitiche, che all'inizio di quest'anno sono sfociate in una drammatica guerra nel cuore dell'Europa.
Di fronte a questi eventi inattesi, dalle conseguenze epocali, il nostro Gruppo ha agito con preparazione e attenzione per continuare a svolgere in piena efficienza la propria mission: essere sempre al fianco dei clienti e creare valore per gli stakeholder, promuovendo l'ecosistema finanziario sostenibile del futuro. 
In questo contesto sostenibilità vuol dire tante cose. Senza dubbio una priorità è la sostenibilità ambientale: intervenire sulle emissioni che produciamo per ridurre il riscaldamento globale, fonte di eventi estremi e sconvolgimenti che sono sotto gli occhi di tutti e che mettono a rischio il futuro del pianeta. Questo è un dovere di tutti, come privati cittadini e come aziende, ed è un bene che l'ambiente e la salute siano opportunamente entrati negli articoli 9 e 41 della Costituzione.
A questa si aggiunge la declinazione sociale ed economica del concetto di sostenibilità, rivolta ad aspetti decisivi per un futuro più equo, giusto, inclusivo, senza barriere di genere e di altra natura, in cui chiunque, specie i giovani delle nuove generazioni, possano cogliere le opportunità di miglioramento, sviluppo e progresso che i momenti di grande trasformazione offrono a chi ha il coraggio di investire, innovare, mettersi in discussione e guardare oltre.
La sostenibilità per noi non è una mera dichiarazione d'intenti ma è parte integrante di quello che facciamo concretamente e delle nostre strategie, con cui ci adoperiamo per avere un impatto positivo dal punto di vista ambientale, sociale ed economico, ed essere un'azienda realmente rigenerativa. Di tutte le transizioni in corso, infatti, la sostenibilità è la più urgente e ineludibile. 
La sostenibilità, come detto, è stata al centro del nostro percorso: il gruppo Sella è stato tra i primi in Italia a raggiungere la cosiddetta "carbon neutrality", azzerando l'impatto delle nostre emissioni di CO2 in anticipo rispetto al piano fissato per il 2024. 
È continuato inoltre l'impegno nel promuovere lo sviluppo dell'open banking e dell'ecosistema finanziario aperto e innovativo. Perché siamo convinti che proprio l'innovazione, in particolare quella aperta, possa rappresentare un notevole volano di sviluppo della sostenibilità, specie di quella sociale ed economica.
Sostenibilità per il gruppo Sella significa anche intervenire sui temi della diversità e dell'inclusione sociale. Vuol dire garantire pari opportunità, senza distinzioni di genere, per offrire a tutti la possibilità di crescere e di far parte del cambiamento. 

Valore generato

Il Valore economico generato dal Gruppo nel 2021 è pari a 896,5 milioni di euro (182,9 milioni in più rispetto al 2020) ed è stato distribuito per il 77% corrispondente ad un controvalore di 689 mln, in crescita di ca 80,6 mln rispetto all'anno precedente. Gran parte del valore economico distribuito (53,75%) è stato utilizzato per i dipendenti ed i collaboratori nella forma di stipendi, retribuzione variabile e contributi previdenziali (circa 370,4 milioni di euro), il 26,58% è andato a remunerare e sostenere il sistema di imprese delle filiere di fornitura: complessivamente il Gruppo ha effettuato acquisti per oltre 183,2 milioni di euro. Gli impatti economici del Gruppo si misurano anche nel sostegno alla spesa pubblica attraverso la compartecipazione al gettito fiscale (15,39%) e nella remunerazione del capitale degli azionisti (4,18%), favorendo così ulteriori investimenti.
Nel 2021 come precedentemente riportato, il Gruppo ha erogato circa 0,6 milioni di euro come contributi ad enti ed associazioni, in particolare a fondazioni (Fondazione Sella, Fondazione Umberto Veronesi), università, onlus, Croce Rossa Italiana e Circolo aziendale Ca Sella.

 

Senza considerare le componenti straordinarie, connesse ad attività coerenti con le strategie di sviluppo e di crescita del gruppo, la percentuale relativa al valore distribuito sarebbe stata sostanzialmente in linea con quella dell'anno precedente.

 

 

Il Gruppo nel corso degli ultimi 5 anni ha costantemente aumentato l'importo del valore distribuito, registrando un incremento tra il 2017 e il 2021 di 171,96 mln di euro. Il valore distribuito nel 2021, pari a 689,14 mln di euro è cresciuto rispetto all'anno precedente di 80,6 mln di euro.

 

 

Persone

Education, work-life balance, welfare aziendale, coinvolgimento, performance management. Nel contesto attuale, di forte accelerazione della trasformazione digitale e dell'innovazione, tutti questi diventano ambiti imprescindibili della buona gestione e dello sviluppo delle persone in azienda. L'attenzione alle persone, alle "risorse umane", infatti, è uno dei capitoli della Dichiarazione Non Finanziaria che abbiamo appena pubblicato.
Il 2021 è stato, per Sella, un altro anno di importanti evoluzioni nella gestione integrata delle iniziative riguardanti il capitale umano, a cominciare da una maggior focalizzazione strategica della funzione Risorse Umane di Gruppo; in tal senso si segnalano i seguenti progetti, che proseguiranno anche nel 2022 e che hanno l'obbiettivo di rendere maggiormente efficiente l'acquisizione, gestione e sviluppo dei talenti: l'acquisizione di un nuovo sistema informativo per la gestione delle Risorse Umane e l'adozione di una nuova piattaforma per la formazione.
Il valore generato dal Gruppo Sella e i risultati raggiunti  sono stati il frutto del lavoro di un team che, a dicembre 2021, ha raggiunto i a 5.474 componenti, tra dipendenti e collaboratori che costituiscono il Team Sella. Tenendo in considerazione anche le persone che operano in Hype, la join venture del Gruppo, il totale del Team Sella è pari a 5.601. Nel corso del 2021 le assunzioni sono state 547 di cui 361 in Italia e 186 all'estero, come previsto dal piano industriale 2021-2023 nel quale si prevede di continuare a crescere ed investire sulle persone. 

Si tratta di un Gruppo giovane, infatti l'età media è circa 43 anni e che considera la diversity un fattore vincente dimostrandolo sia attraverso il sostanziale equilibrio tra componente femminile e maschile sia tramite gli scambi culturali favoriti anche dai contatti lavorativi fra colleghi presenti oltre che in Italia, anche in India, Romania, Inghilterra, Spagna, Emirati Arabi Uniti e Svizzera. Inoltre, le persone che compongono il nostro team provengono da 36 nazioni.
Nel 2021 l'impegno del Gruppo nella formazione dei collaboratori è ulteriormente cresciuto attraverso costanti investimenti nello sviluppo delle competenze delle proprie persone quale fattore chiave per mantenere una elevata competitività e offrire al cliente un servizio di qualità. Le attività di formazione sono proseguite con logiche e linee guida in continuità rispetto al 2020 e complessivamente a livello di Gruppo nel 2021 sono state erogate più di 228.000 ore di formazione.
Il Gruppo pone inoltre una forte attenzione sul work-life balance ed i progetti volti a migliorarla toccano gli ambiti più svariati. Nel maggio 2021, sulla scorta di quanto già messo in opera da alcune società del Gruppo nel 2020, è stato attivato per tutto il Gruppo lo Sportello di ascolto Employee assistance program dedicato a tutte le situazioni di disagio personale e finalizzato a mantenere e promuovere il benessere generale delle persone.

Nell'ottica di sostenere ulteriormente il benessere delle persone nell'organizzazione e mantenere alto il livello di motivazione ed engagement, in continuità con gli anni precedenti, è stato ulteriormente arricchito e promosso il sistema di welfare aziendale.
Lo smartworking, attivato nel Gruppo ben prima dell'inizio della pandemia, e la possibilità di lavorare in spazi di co-working in diverse città italiane ha consentito di ottimizzare le trasferte di lavoro con un beneficio sia per la qualità della vita delle persone sia per l'ambiente grazie alle emissioni risparmiate. 
Il coinvolgimento delle persone è un fattore discriminante per il raggiungimento degli obiettivi aziendali, che viene perseguito attraverso una varietà di iniziative, l'uso di molteplici canali e strumenti di comunicazione interna.  
Infine, il performance management system, oggetto di evoluzione negli ultimi anni, è una importante occasione di riflessione comune tra manager e collaboratore che consente di fornire un feedback sui risultati conseguiti e sui comportamenti espressi, in ottica di costante miglioramento.

Ambiente

Per raggiungere uno sviluppo sostenibile, l'attenzione all'impatto ambientale delle proprie attività rappresenta un aspetto fondamentale per guidare le proprie decisioni al fine di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri.
Per realizzare questo importante obiettivo il gruppo Sella da anni ha scelto di orientarsi su soluzioni a maggior efficienza energetica e a minor impatto ambientale, come riportato nella Dichiarazione Non Finanziaria appena pubblicata,  al fine di perseguire una progressiva riduzione delle emissioni di anidride carbonica. 

Questo costante impegno si è tradotto nel 2021 nell'azzeramento dell'impatto delle emissioni di CO2 del Gruppo consentendogli di essere tra i primi gruppi bancari in Italia ad avere realizzato la "carbon neutrality" [link alla sezione già esistente]. Questa importante milestone si è concretizzate grazie alle iniziative sostenibili già attuate negli ultimi anni, all'attuale piano di mitigazione delle emissioni di anidride carbonica e al finanziamento di alcuni progetti internazionali per la compensazione delle emissioni residue.

 

 

A fine 2020 il Gruppo ha avviato un progetto volto a misurare l'impatto ambientale con un maggior grado di accuratezza e con il supporto metodologico di un partner esterno. Grazie al supporto di LifeGate è stato fatto un inventario estremamente dettagliato volto a raccogliere i dati elementari da parte di ciascuna società del Gruppo e quantificare le emissioni di gas ad effetto serra (GHG) prodotte dalle attività delle Società del Gruppo Sella. Sulla base dei risultati ottenuto è stato possibile definire le strategie di mitigazione dei potenziali gas effetto serra.
Come primo anno di analisi è stato preso il 2019, ultimo anno prima che l'emergenza sanitaria cambiasse le abitudini e i consumi, ed è stato considerato come anno base per la definizione dei target di mitigazione del Gruppo. Successivamente sono state aggiornate le analisi di impatto ambientale anche per gli anni 2020 e 2021. 
In un'ottica di costante evoluzione dell'analisi di carbon footprint, con riferimento ai consuntivi del 2021, è stato ampliato il perimetro dello Scope 3 includendo anche l'impatto del tragitto casa-lavoro.
Con riferimento all'adozione di soluzioni a maggior efficienza energetica e a minor impatto ambientale, si citano alcuni degli interventi principali: 

  • presso la sede centrale del Gruppo a Biella, è in funzione un impianto solare termico per la produzione di acqua calda, affiancato a due impianti fotovoltaici. I sistemi permettono un'importante riduzione dei consumi di gas metano e di energia elettrica e delle relative emissioni;
  • è stato aggiunto un nuovo impianto fotovoltaico che porta a 18 il numero degli impianti fotovoltaici presso gli stabili di Sella con una potenza complessiva di 401,96 kWp.
  • al servizio del complesso immobiliare di Biella Via Italia/Via Gustavo di Valdengo/Via Volpi e Viale Matteotti è stato realizzato un impianto centralizzato che ha permesso l'eliminazione delle singole caldaie a condensazione e la gestione con unico impianto più efficiente.

La sede centrale del Gruppo a Biella è stata realizzata adottando significative iniziative in merito alla eco sostenibilità ed all'efficienza energetica e, per valorizzare al meglio tali interventi, nel corso del 2021 è stato avviato il percorso di certificazione LEED®   O+M (Operations and Maintenance).
La quasi totalità (99,27%) di energia elettrica acquistata e utilizzata dal Gruppo Sella è energia verde certificata con «Garanzia di Origine» ovvero proveniente da fonti rinnovabili.  L'utilizzo dell'energia verde raggiunge la totalità (100%) in Italia e Romania.
Attualmente sono attivi n° 18 impianti fotovoltaici che, nel corso del 2021, hanno prodotto 391.925 kWh con un conseguente ammontare di CO2 evitate pari a 208.112 kg  . Gli impianti citati sono dotati di sistemi di monitoraggio che registrano la produzione di kWh e anche le "evitate" emissioni di CO2. Sono in corso gli studi di fattibilità di nuove iniziative per l'ampliamento del parco fotovoltaico al fine di aumentare l'autoproduzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e ridurre i consumi energetici del Gruppo.
 

Il forte orientamento verso le fonti di energia rinnovabili si concretizza anche nel progetto di un impianto idroelettrico ad acqua fluente, con l'installazione di due turbine, poste in successione l'una rispetto all'altra, che permetteranno di sfruttare la stessa portata d'acqua derivata nei due salti geodetici disponibili. Oltre alla finalità di produrre energia da fonte rinnovabile, il progetto ha permesso di recuperare l'antica roggia e gli storici manufatti che consentivano di distribuire l'acqua alle varie utenze, testimonianze di "archeologia industriale" di grande valore, riconosciute tali anche dalla Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici.

Nelle sedi del Gruppo sono stati installati erogatori di acqua (naturale e gassata) gratuiti per favorire l'utilizzo di borracce, come quelle con il logo Sella distribuite a tutti i componenti del Team Sella con l'iniziativa Simplehero, per favorire il risparmio del consumo di plastica legato al minore acquisto delle bottigliette.
Inoltre nell'ambito di un piano di costante miglioramento per l'efficientamento energetico delle succursali sono stati effettuati interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione con apparecchiature a minor impatto ambientale. Tale piano procede anche nel corso del 2022.
Come già riportato lo scorso anno, la riqualifica dell'immobile di Milano - S32, nel 2018 ha ottenuto la certificazione LEED® - Leadership in Energy and Environmental Design "Platinum".

A partire dal 2021 sono stati nominati nel Gruppo i mobility manager, ossia le figure professionali che devono promuovere le forme di mobilità sostenibili, da un punto di vista ambientale, economico e sociale, e il conseguente cambiamento degli atteggiamenti e delle abitudini degli utenti.
L'obiettivo che il Gruppo si è dato è consentire la riduzione strutturale e permanente dell'impatto ambientale derivante dal traffico veicolare e per concretizzare al meglio tale impegno sta lavorando sui seguenti ambiti:
diffusione e promozione del lavoro agile; 
sostegno alla mobilità leggera attraverso diverse iniziative tra le quali spazi aziendali riservati per ricoverare le bici;
promozione dell'utilizzo di strumenti di comunicazione da remoto che consentano di evitare gli spostamenti legati a meeting in presenza; 
progressivo rinnovamento del parco auto aziendale in ottica di minor impatto ambientale.

L'attenzione all'ambiente del Gruppo Sella viene applicata anche alla catena della fornitura, basti pensare che nel 2021 oltre il 53,54% del materiale per l'ufficio utilizzato è a basso impatto ambientale, gli abbonamenti digitali a giornali e riviste hanno raggiunto il 95,65 % del totale. Il sostegno al territorio si è concretizzato inoltre nella scelta di fornitori locali in Italia per l'88,54%, in India per l'78,61% e in Romania per il 61,48%. Inoltre, tutta la carta acquistata per uso ufficio è certificata FSC che garantisce la provenienza da una foresta e da una filiera di approvvigionamento gestita in modo responsabile.

Lettera al consumatore

Leggi la Lettera al Consumatore redatta da ConsumerLab, dove emerge il nostro impegno nel costruire un'economia più sostenibile e inclusiva a livello ambientale e sociale.