Protezione della foresta Kariba, Zimbabwe

Dal suo lancio nel 2011 il progetto Kariba ha protetto quasi 785 000 ettari dalla deforestazione e dal degrado del suolo evitando il rilascio di oltre 3,5 milioni di tonnellate di anidride carbonica nell'atmosfera ogni anno. Si tratta di uno dei più grandi progetti registrati REDD+ l'area infatti collega quattro parchi nazionali e otto riserve safari. Negli ultimi decenni lo Zimbabwe ha sofferto di pesanti limitazioni di opportunità economiche hanno progressivamente spinto le comunità locali ad addentrarsi sempre di più nelle foreste, disboscando e distruggendo l'area per sviluppare agricoltura di sussistenza e produrre legna da ardere. Più di un terzo delle maestose foreste dello Zimbabwe sono andati perduti.

 

SUSTAINABLE DEVELOPMENT GOALS

 

Impatti e benefici

Impatti ambientali. L'area protetta si estende a sud delle sponde del lago Kariba vicino al confine tra Zimbabwe e Zambia. Si tratta di un gigantesco corridoio di biodiversità che protegge una foresta espansiva di quasi 785 000 ettari e numerose specie vulnerabili e in via di estinzione. Questo ha permesso una riduzione di oltre 3,5 milioni tonnellate di Co2 in media ogni anno dal 2011.

Impatto sociali Il progetto supporta una gamma di attività volte a promuovere l'indipendenza e il benessere delle comunità locali creando posti di lavoro e redditi sostenibili, a beneficio dell'intera regione. I principali interventi hanno riguardato:

  • un miglioramento dei servizi e dell'assistenza sanitaria attraverso 14 cliniche;
  • la tutela rimessa in funzione di 147 pozzi che hanno consentito l'accesso all'acqua potabile a 37.000 persone;
  • sussidi scolastici per le comunità più indigenti;
  • sviluppo dell'agricoltura conservativa, con la creazione di orti gestiti dalla comunità locale, corsi di formazione per l'apicoltura e per la gestione degli incendi.