Conservazione della costa guatemalteca

Le foreste della costa caraibica del Guatemala hanno un patrimonio di straordinaria bellezza e biodiversità, centinaia di proprietari terrieri e comunità locali, si sono uniti per proteggere quasi 59 341 ettari di costa forestale. La costa è il corridoio migratorio di centinaia di specie di uccelli che ogni due anni percorrono la tratta tra il Nord e il Sud America.
Il progetto tutela le foreste pluviali di Izabal che generano la fornitura di acqua utilizzata dalle comunità locali ed inoltre rafforza le zone costiere vulnerabili a rischio di eventi metereologici gravi come gli uragani.

 

SUSTAINABLE DEVELOPMENT GOALS

 

Impatti e benefici

Proteggere la biodiversità. Il Corridoio Biologico Mesoamericano è vitale per gli uccelli migratori che fanno il loro viaggio biennale da Nord a Sud della costa dell'America Centrale. Sono state documentate fino a 504 specie di uccelli nell'area del progetto e 120 specie migratorie che utilizzano le foreste del Guatemala come luogo principale del loro svernamento e come luogo di transito. Il progetto tutela l'habitat di 30 specie ad alto valore di conservazione.

Sviluppo economia locale. Izabal è la patria di alcune delle comunità guatemalteche con redditi più bassi del paese. I finanziamenti provenienti dalla vendita dei crediti di carbonio aiutano a contrastare i driver economici della deforestazione. Il progetto integra approcci di conservazione con l'uso produttivo del suolo, aiutando le comunità locali a perseguire uno stile di vita con mezzi di sussistenza sostenibili.  Oltre 100 locali e comunità indigene beneficiano dal progetto, e partecipano attivamente a livello decisionale e di realizzazione delle attività. Il progetto mira alla creazione di quasi 720 posti di lavoro, il 30% dei quali svolto da donne. Sta inoltre sostenendo lo sviluppo di una rete di siti turistici e riserve ecologiche in tutta la regione caraibica del Guatemala, per promuovere la conservazione della costa come destinazione di ecoturismo.

Benefici per le donne. Il progetto vuole migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria per le comunità sotto-servite e ha costruito 24 cliniche gestite dalle comunità locali che forniscono servizi sanitari di base. Il miglioramento dei servizi sanitari garantisce alle donne maggiori possibilità di prender parte a corsi di istruzione, trovare lavoro e guadagnare uno stipendio. Tra gli obiettivi di progetto c'è infatti il sostegno all'istruzione delle giovani donne per terminare le scuole elementari e proseguire il liceo, e la formazione diretta per aumentare opportunità di lavoro.